About

Il podismo è uno sport che dà tanto a chi tanto dà: sono necessari spirito di abnegazione, determinazione, forza di volontà e costanza, successivamente cuore, muscoli e polmoni. Quando si prepara una Maratona (ma anche una qualsiasi altra gara) gli allenamenti possono essere molto duri, la colonnina di mercurio può trovarsi a 40 gradi così come al di sotto dello 0, può esserci il sole, la pioggia, il tanto temuto e fastidioso vento, persino la neve… soprattutto non c’è un pallone da rincorrere, passare, calciare o lanciare. Allora perché farlo? Beh, aiuta a mantenersi in forma, si può correre in qualsiasi momento della giornata, non è richiesto un tipo di abbigliamento specifico (fatta eccezione per le scarpe) né particolarmente costoso, ha una funzione aggregante e si fanno molte conoscenze tra i compagni di squadra e gli avversari, con i quali si crea un sano spirito competitivo.
Tutto questo è vero, però… non è ancora abbastanza. Allora comincia a farlo, esci e corri, non c’è niente da capire, tutto diventa chiaro e naturale, ogni “uscita” è un volo di aliante, l’aria sulla pelle, il passo silenzioso, il senso di libertà che pervade l’anima, il cuore, gli occhi…
Ecco perché nasce questo diario: prendere appunti, scrivere impressioni, parlare a me stesso ed agli amici attraverso le gare ma, soprattutto, raccontare di lunghi voli d’aliante… e, qualora le correnti d’aria si spegnessero, ricordare tutto questo per alimentarne di nuove.

Be the first to comment

Leave a Reply