I “numeri” di marzo 2016

Un mese sui generis, atipico, alquanto bislacco ma tutto sommato produttivo e soddisfacente. Cinque settimane di lavoro con allenamenti molto diversi tra loro, inevitabilmente condizionati dall’evolversi del piano, degli obiettivi e degli impegni agonistici programmati: un paio di settimane in cui ho alternato uscite rigeneranti ad altre di qualità sui 10.000 e 15.000 metri, mirate al mantenimento della condizione atletica (dopo la fantastica Maratona delle Terre Verdiane); quindi la decisione di correre la Maratona di Roma del 10 aprile – anticipando l’impegno agonistico programmato per maggio – con il repentino cambiamento di tipologia di allenamenti, tra i quali annovero un km 20 + km 20 (venerdì 18, sabato 19) ed un km 15 + km 30 (venerdì 25, sabato 26) a ritmo gara (nel tentativo di dare seguito alla serie delle Maratone under 200′); infine l’ultima settimana con l’inizio della fase di scarico, alcune uscite defaticanti, un paio di richiami alla velocità di base e un 15 km a ritmo Maratona. Alla fine si contano 15 allenamenti per un totale di 192,17 chilometri percorsi in 14 ore, 52 minuti e 42 secondi, con una distanza media di 12,81 chilometri ed una velocità media di 12,9 km/h (4’38” /km).
Basteranno per raggiungere l’obiettivo prefissato? L’improvviso cambio di programma con l’inserimento di una Maratona non programmata e la conseguente introduzione di qualche lungo a ridosso dell’evento, condizioneranno la prestazione? Per la risposta si tratta di attendere meno di dieci giorni, quelli da dedicare ai lavori di rifinitura, intanto continuo a divertirmi e a godere del momento magico, con il nuovo personale stabilito soltanto un mese fa in terra emiliana e una comunicazione arrivata da oltreoceano, che suggella e premia i miei risultati e mi rende giusto un tantino orgoglioso…

ANDREA MANCANELLI:

Congratulations! Your application for a guaranteed entry to the 2016 Bank of America Chicago Marathon has been approved.



<Inizio modalità “coda di pavone”>
Preso di diritto ad una World Marathon Majors per i risultati ottenuti… WOW!!!
<Fine modalità “coda di pavone”>

4 Commenti

  1. Grazie di cuore, Andrea!
    E' arrivata l'e-mail di “convocazione”, hanno approvato l'accesso grazie al personale delle Terre Verdiane (ma anche Padova! ;-)… sarebbe bellissimo e molto gratificante, vedremo!
    Intanto speriamo di incontrarci presto sul percorso di qualche Maratona!

  2. Grazie Jonathan, troppo gentile!
    Non ti nascondo che Chicago è la mia più grande soddisfazione sportiva, per quanto riguarda Roma… questa Maratona si recita a soggetto! Mai come in questa occasione il gps sarà solo un accessorio trascurabile, fermo restando che farò come sempre del mio meglio. D'altra parte, come dici giustamente tu, è la Maratona di casa! Godiamoci ogni singolo metro di questo viaggio nella Città Eterna, Jonathan!

Leave a Reply