I “numeri” di aprile 2015

Qualcosa di simile ad una copia in carta carbone o, per dirla con termini mutuati dal linguaggio proprio dell’office automation, un copia e incolla in piena regola: si tratta del programma di allenamento sostenuto ad aprile, qualcosa di molto simile a quello di febbraio ma con numeri decisamente superiori e, soprattutto, con il nuovo personale ottenuto sulla distanza regina (Maratona di Padova), al culmine di una gara fantastica. Lo sviluppo del piano ha ricalcato, come dicevo, quello di febbraio: tutti gli allenamenti sono finalizzati all’obiettivo del 19 (esattamente come quelli di febbraio erano incentrati sulla Maratona di Terni del 14), quindi prima metà del mese dedicata a sedute di scarico alternate a lavori di qualità non eccessivamente impegnativi e seconda parte mettendo a folle, per una fase totalmente rigenerante, con le gambe libere di decidere l’andatura, il cuore e la testa ancora a Prato della Valle e il solo desiderio di godere dell’aria sulla faccia. Risultato: 14 uscite – 15 con la già citata Maratona – per un totale di 189,33 chilometri corsi in 14 ore, 27 minuti e 32 secondi, una distanza media di km 12,62 ed una velocità media di 13,1 km/h. Archiviato con una grande soddisfazione sportiva anche questo mese, arriva ora il momento che temo più di ogni altro, quello delle temperature in costante ascesa – ottime per chi ha in programma  un periodo rilassante di vacanza al mare o montagna, molto meno per chi se la deve cavare nella giungla metropolitana -, del polline che invade l’aria e dell’immancabile spossatezza che la primavera inoltrata porta con sé… tanto premesso, nessuna resa: basta indossare calzoncini, canotta e scarpe ed il divertimento, la gioia e le motivazioni indicano la strada da percorrere!

Be the first to comment

Leave a Reply