Tomatan, il robot che nutre il Maratoneta!

Esordirà alla Maratona di Tokyo del 22 febbraio 2015… InfernettoRunning, ti prego, se lo vedi salutalo da parte mia (il povero maratoneta che lo porta sulle spalle, non Tomatan…)!

Tokyo (askanews)
Probabilmente non vincerà il primo premio per l’invenzione più utile ma di sicuro sarà sul podio di quelle più originali. Si chiama Tomatan ed è uno zaino a forma di bambino robot che si porta in groppa e serve a incentivare gli atleti a mangiare più frutta e verdura – in questo caso pomodori – durante gare o allenamenti.
“Mi avevano detto che sarebbe stato un po’ pesante – spiega Shigenori Suzuki, rappresentante della Kagome, l’azienda che ha sviluppato l’invenzione – in realtà quando l’ho provato ho potuto correre senza particolari fastidi. Non poggia sulla schiena ma sulle spalle e il peso non si sente più di tanto”. “I pomodori sembrano solidi ma in realtà non lo sono – aggiunge l’ingegnere del progetto, Tosa Novmichi – in un primo modello stavano tutti insieme ma con gli scossoni si spappolavano così ora li abbiamo sistemati in contenitori separati”. In media in ogni Tomatan possono essere caricati sei pomodori. Quando l’atleta ha fame, mentre corre può tirare una leva e il robot umanoide preleva dallo scompartimento un pomodoro e lo porta davanti alla bocca del corridore. “Ci auguriamo – conclude Suzuki – che questo sistema convinca le persone a mangiare più pomodori”. Il Tomatan pesa all’incirca 8 Kg ma esiste anche una versione “light” da soli 3 Kg da usare preferibilmente su percorsi più lunghi, come le maratone.

4 Commenti

  1. Sì, Marco! Devo dire che mi piace trarre spunto da queste curiosità ma andare oltre le stesse: amo conoscere culture diverse al punto che uno dei miei sogni irrealizzati è quello di vivere qualche anno all'estero… perché no, magari proprio in Giappone. Vabbè, fine del sogno!

Leave a Reply