I “numeri” di gennaio 2015

I lunghissimi in solitaria la mattina del sabato, i lavori imperniati sulla velocità il mercoledì sera e le uscite rigeneranti inserite tra i due allenamenti centrali del piano, con qualche allungo finale ed un pò di fartlek non programmato, così da divertire non soltanto il sottoscritto ma anche i passanti che assistono incuriositi agli improvvisi cambi di ritmo… questa la tabella allenamenti di gennaio, impegnativa e motivante, disegnata al fine di costruire chilometro dopo chilometro la condizione psico-fisica ideale per arrivare ben rodato alla Maratona di Terni del 15 febbraio: sarà la mia decima e ritengo sia giusto bagnarla con una prestazione degna di nota (come se la terza o la sesta le abbia affrontate diversamente…).
C’è un aspetto della mia passione per questo sport che ogni volta mi sorprende e mi stimola, è il divertimento che provo nell’allenarmi e nell’affrontare le sedute più dure con voglia ed entusiasmo, il piacere di sentire crescere la condizione atletica e con essa la consapevolezza nei miei mezzi: è bello e gratificante e così i lunghissimi da 27, 37 e 36 chilometri – corsi tutti qualche secondo al di sotto del ritmo programmato – ed i 18 con cui ho chiuso il mese iniziando la fase di scarico, mi hanno dato ottime sensazioni e grande fiducia in vista dell’impegno ormai imminente. La sintesi in termini numerici di questo mese mette in evidenza i 223.54 chilometri percorsi in 17 ore, 39 minuti e 33 secondi e, in particolare, il sensibile aumento della distanza media arrivata a 14.90 chilometri, mantenendo la consueta velocità media di 12.7 km/h. Ora un paio di settimane di scarico con qualche richiamo alla velocità e poi “di corsa” a cucirsi la stelletta!

4 Commenti

Leave a Reply