I “numeri” di ottobre 2014

Proprio come ad una gara… pronti, via ed il mese di ottobre si apre subito con i 42.195 metri di Verona, la prima gara dopo il digiuno estivo in fatto di Maratone e dopo il buon numero di chilometri percorsi in allenamento tra giugno e settembre. Archiviato con soddisfazione l’impegno in terra scaligera, mi sono messo al lavoro per preparare una nuova sfida sulla distanza regina da sostenere già a novembre (fissata proprio il 31 ottobre, sarà la Maratona di Torino del 16 novembre): sono scaturiti km 201.05 in 17 uscite che mi hanno impegnato per 16 ore, 17 minuti e 9 secondi, ore durante le quali la distanza media coperta è stata di km 11.83 ad una velocità media di 12.3 km/h.  Il ritorno dell’ora solare, il buio che sopraggiunge già dopo le prime ore del pomeriggio e la temperatura che comincia a scendere sotto i 10°, paradossalmente mi aiutano mentalmente e nella concentrazione: dopo la settimana di scarico culminata con 18 chilometri a buona andatura, ho privilegiato in particolar modo i lavori di qualità su distanze contenute tra i 10 ed i 15 chilometri, sostenuto qualche allenamento a sensazione (chiusi sempre intorno ai 4’30” /km), un paio di ripetute ben riuscite ed un anomalo 16 + 10 a ritmo Maratona + 15″ (con 30 minuti di recupero tra la prima e la seconda uscita). E’ mancato il tempo per il lungo da 30-34 chilometri, speriamo non debba risentirne in quel di Torino!

4 Commenti

Leave a Reply