I “numeri” di agosto 2014

La tanto temuta calura agostana è rimasta soltanto uno spauracchio, le temperature sono state spesso al di sotto della media stagionale e, al netto di alcune giornate con tasso di umidità decisamente alto, l’estate ha regalato giorni ideali per allenarsi in modo proficuo, stimolando altresì la curiosità di esplorare nuovi percorsi cittadini. La tabella di marcia che porta alla Maratona di Verona del 5 ottobre (e, successivamente, a quella di Torino a novembre e quella di Pisa a dicembre) prevede gli ormai consueti 4 allenamenti settimanali da svolgere la mattina appena sveglio, esclusivamente a stomaco vuoto (anche questa, dopo i patimenti iniziali, è diventata ormai da molto tempo una consuetudine) ed è imperniata sulla costruzione della potenza aerobica, con il massimo carico in termini di numero di chilometri. Il risultato del lavoro svolto è racchiuso in cifre “importanti” rispetto ai miei standard: 224,27 chilometri corsi in 18 ore, 11 minuti e 52 secondi, con una distanza media di km 12,46 ad una velocità media di 12,3 km/h. In totale ho svolto 17 allenamenti ai quali si deve aggiungere la Mezza Maratona “Roma by night Run”, la prima edizione di una bella gara in notturna che si snoda lungo le strade della mia infanzia e della mia gioventù, decisamente probante al fine di verificare lo stato di forma raggiunto grazie anche alla natura un pò nervosa del percorso ed alla collocazione temporale – 29 agosto -, perfetta proprio per tirare le somme. Ora sono pronto ad affrontare l’ultimo mese di lavoro prima di Verona… ancora un paio di lunghissimi, gli ultimi richiami alla velocità, qualche ripetuta e qualche medio veloce, per concludere infine con la fase di scarico all’immediata vigilia del nuovo impegno agonistico. E, ad ogni uscita, il pieno di vita.

4 Commenti

  1. Mille grazie, Francesco, sempre troppo buono!
    Ovviamente ricambio i complimenti, ti seguo sempre ed ero a conoscenza del tuo fantastico agosto! Grande preparazione in vista del 12 ottobre… tu sai a cosa mi riferisco: come sempre farò il tifo per te!

  2. Grazie per i complimenti Nino, ma sono sicuro che un atleta come te ce la farebbe alla grande!
    Ho già fatto un'esperienza simile tra marzo ed aprile quando ho corso a Treviso, Milano e Rimini ed ora vorrei ripetermi con questo nuovo trittico (oltretutto chiuderei l'anno con la “decima”…), ma soltanto se continuerò ad avere l'entusiasmo ed il piacere di correre e faticare del primo giorno: questo è il patto che ho fatto con me stesso.

Leave a Reply