I “numeri” di giugno 2014

Lontano dagli impegni agonistici che contano – la prossima Maratona in programma è a fine settembre -, l’obiettivo di questo mese era strappare chilometri ai pochi ritagli di tempo concessi dagli impegni di lavoro, da quelli familiari e da un trasloco che sembra non avere mai fine. Sullo sfondo di una città il cui clima assume sembianze sempre più tropicali, tra giornate di grande calura con un insopportabile tasso di umidità e scrosci temporaleschi improvvisi e violenti, mi alleno di buona lena e porto a termine il mio programma imperniato inizilamente sullo sviluppo e la cura della potenza aerobica veloce, quindi sulla resistenza aerobica con un progressivo aumento delle distanze percorse. Beninteso, ancora nulla di straordinario in termini di velocità e chilometraggio, ma una nutrita serie di corse veloci da 10 chilometri e ripetute brevi, oltre a due allenamenti da 18 chilometri di corsa in progressione portati a termine negli ultimi 10 giorni del mese e le consuete uscite rilassate per tenere caldo il motore. Traccio la riga e tiro le somme: 13 ore, 37 minuti e 13 secondi distribuiti su 16 allenamenti per un totale di 170,69 chilometri, con una distanza media di km 10,67 ed una velocità media di 12,5 km/h.
Ora sotto con il mese di luglio: lo stato di forma sta progredendo secondo programma, impegno e motivazioni sono sempre al massimo e, anche se da un punto di vista fisico l’estate è la stagione che patisco maggiormente, questo è il momento di mettere fieno in cascina per poter affrontare le 3 – chissà, forse 4… – Maratone pianificate da settembre a fine anno. Nella speranza che il trasloco finisca quanto prima!

2 Commenti

Leave a Reply