Il mio Panathinaiko

Un nome leggendario, un luogo glorioso che evoca l’epopea della Grecia classica, il fascino dello stadio che ospitò la prima Olimpiade dell’era moderna e che oggi è deputato a celebrare l’arrivo dei podisti nella madre di tutte le Maratone…
Riportato alla luce soltanto nel 1870 dopo molti secoli di inopinata sepoltura, lo Stadio Panathinaiko di Atene – letteralmente lo “stadio di tutti gli Ateniesi” – oltre ad esercitare un irresistibile appeal sul runner sognatore (praticamente chiunque indossi le scarpette da corsa), ne scatena un’insospettabile immaginazione, qualcosa che ricorda lontanamente quando da bambini si calcia un pallone all’incrocio dei pali di una porta da calcio che vediamo soltanto in quel momento della nostra vita: potevo quindi farmi mancare, nel mio universo parallelo in cui vivo beatamente, un luogo tanto evocativo?
Il mio Panathinaiko, a dire il vero, è inserito in un contesto per nulla suggestivo dove, in luogo delle splendide gradinate in marmo pentelico vantate dall’originale, si rincorrono ciuffi d’erba non curata, zone incolte e alcuni rifiuti che qualche cittadino, poco incline alla buona educazione ed al rispetto delle più elementari norme igieniche, ha lasciato improvvidamente. Malgrado ciò adempie perfettamente al suo compito: si tratta di una sorta di ellisse stretta e lunga (che ricorda quella del celebre stadio, ma potrebbe sembrare anche la pista di atterraggio di un piccolo aeroporto), per complessivi 1.600 metri – l’equivalente di 4 noiosi giri di pista -, di cui 700 metri per ciascun rettilineo. Il tracciato è ben asfaltato e pianeggiante per circa 2/3, pertanto perfetto per ripetute e lavori di qualità su distanze brevi.
In questo momento della preparazione, in cui sto curando la fase di aumento della velocità, il curioso percorso è perfettamente funzionale allo scopo ed i miei allenamenti ne traggono beneficio e ringraziano sentitamente…
Efharistò, Panathinaiko!

Il “mio” Panathinaiko

6 Commenti

  1. fantastico, Jonathan, non avevo pensato alla pista per UFO! La zona è Selva Candida (da qualche anno esiste anche l'omonima uscita del GRA), se ti vuoi togliere la curiosità le coordinate sono 41.946089, 12.382401. Non è bellissimo a vedersi, ma come dici tu fichissimo per allenarsi!

Leave a Reply