I “numeri” di maggio 2014

Dopo la scorpacciata di Maratone del primo trimestre, il calendario mi concede un pò di meritato riposo e, complice un trasloco che sembra non avere fine, il risultato è un maggio podistico decisamente molto rilassato: con l’esclusione degli ultimi dieci giorni durante i quali ho svolto un paio di progressivi e di corse veloci, il piano di allenamenti mensile è stato caratterizzato da poche, blande uscite, pochissimi chilometri, qualche lavoro di qualità e il ritorno – dopo circa un anno – ad una gara sulla breve distanza (peraltro molto divertente e con un risultato inaspettato), la “Vale… Correre”. Con l’ultima corsa rilassata di km 13,79 (la distanza più lunga corsa nel mese…!), ho totalizzato 138 chilometri in 15 uscite – compresa la gara di cui sopra – per un totale di 10 ore, 57 minuti e 20 secondi; la media chilometri ad uscita è stata di 9,20, mentre la velocità media è stata di 12,6 km/h… per ritrovare numeri così bassi devo tornare a luglio 2012. Come detto ho intensificato gli allenamenti soltanto nell’ultimo scorcio di mese e, devo riconoscere, il responso è stato molto soddisfacente sia da un punto di vista squisitamente tecnico che da quello esclusivamente motivazionale: voglia ed entusiasmo non sono mai venuti meno, ma evidentemente qualche giorno di sgambate senza l’attenzione al crono sono servite a recuperare energie fisiche e mentali. Ultima annotazione a margine: un pò per scelta, un pò perché costretto dal continuo peregrinare da un posto all’altro, ho alternato allenamenti su strada ad uscite su fondo misto – sterrato, erba, selciato -, accompagnate da esercizi fisici all’aria aperta volti al potenziamento del “core”. Utile e divertente!

10 Commenti

  1. Bella domanda, Jonathan! Per il momento navigo a vista, purtroppo sono in pieno trasloco e mi sto “appoggiando” da mia sorella (santa donna…). Comunque le mie tre uscite settimanali le faccio con puntualità, per gli impegni “seri” dovrò aspettare l'inizio di ottobre… 🙁

Leave a Reply