I “numeri” di febbraio 2014

Ci siamo, la marcia di avvicinamento al trittico di Maratone cui parteciperò nei prossimi 60 giorni si è conclusa con febbraio. Si è trattato di un mese di ordinaria amministrazione, nessun lavoro specifico e di qualità, nessun eccesso, nessuna particolare attenzione a potenza, reattività ed elasticità, semplicemente una prima metà nel corso della quale ho portato a termine la fase di aumento e gestione della distanza ed una seconda in cui ho eseguito la consueta (e godibilissima!) fase di scarico. Soprattutto in questa ultima settimana ho accuratamente evitato di imballare le gambe e di incorrere in qualche banale incidente in particolar modo dopo la brutta caduta, fortunatamente senza conseguenze, del giorno 16 durante il Giro del Lago di Bracciano; ieri, ultimo giorno di febbraio, ho effettuato la rifinitura finale, un breve allenamento di scarico sotto una pioggia battente ed in questo momento sono in viaggio verso Treviso… domani è il grande giorno della Maratona!
Prima che l’andatura silenziosa e soporifera del treno concili il sonno, procedo al consueto resoconto dei numeri del mese: oltre al già citato Giro del Lago di Bracciano, gara bella, dura e molto allenante di 34 chilometri, ho svolto 13 allenamenti coprendo una distanza totale di km 175.54 in 14 ore, 2 minuti e 46 secondi, un chilometraggio non eccessivo ma comunque nella mia media mensile. La media per uscita è di 12.54 chilometri ad una velocità media di 12.5.
Spiccano un lunghissimo da 30 chilometri e 5 uscite brevi, tra i 10 ed i 15 chilometri, in cui sono sempre stato almeno 6-7 secondi al di sotto del ritmo gara previsto. Ancora un pò di attesa, una cena a base di carboidrati in compagnia degli amici trevigiani e di quelli “forestieri”, qualche ora di riposo rigenerante e mi farò trovare pronto in griglia di partenza per provare a tradurre tutti questi numeri in un buon (speriamo anche qualcosa in più…) risultato. Il divertimento è invece sempre assicurato!

2 Commenti

Leave a Reply