I “numeri” di gennaio 2014

Innanzitutto un paio di curiosità: la prima riguarda il cambio del battistrada, mandate in pensione le vecchie Mizuno Wave Rider 16 gialle fiammanti, protagoniste delle Maratone di Roma, Berlino e Reggio Emilia, ecco fare il loro esordio le nuove… Mizuno Wave Rider 16, questa volta nere e molto aggressive, soprattutto comode e ben ammortizzate, tuttavia talmente familiari che non costituiscono certamente una novità, piuttosto una piacevole conferma. La seconda curiosità riguarda la fascia oraria: 13 dei 16 allenamenti li ho sostenuti la mattina molto presto prima di andare a lavorare, rigorosamente a stomaco vuoto come ormai di consuetudine da più di un anno.
Tanto premesso, ecco il resoconto di gennaio. Anno nuovo chilometri nuovi, in questo primo mese sono stati complessivamente 196,68 contro i 179,83 del 2013 e i 168,97 del 2012. Gli allenamenti conservativi condotti nella seconda metà di dicembre dopo il personal best alla Maratona di Reggio Emilia, hanno avuto il loro benefico effetto su muscoli e polmoni. Tonici, rilassati e pronti, hanno reagito egregiamente alle sollecitazioni alle quali sono stati sottoposti nel corso del mese, quando la preparazione alle tre Maratone in programma tra marzo ed aprile è entrata nel vivo. L’obiettivo è decisamente ambizioso e non lascia spazio ad errori di programmazione, per cui ho ritenuto necessario apportare alcune variazioni al tradizionale piano allenamenti di avvicinamento ad una Maratona.
Le fasi di aumento della velocità e di aumento della distanza, il potenziamento muscolare ed il miglioramento della capacità anaerobica, ho concentrato tutte le attività in 15 ore, 30 minuti e 39 secondi, come già detto per un totale di 196,68 chilometri, con una media di km 11,57 ad uscita e una velocità media di 12,7 km/h. Nel mezzo un ottimo test, un banco di prova decisamente probante per fare una prima seria verifica sulla messa a punto del motore: la Maratonina dei 3 Comuni di 22,3 chilometri, collinare e altamente allenante, il cui responso è stato pienamente positivo. Ultima nota non trascurabile, ancora una volta non si è verificato alcun contrattempo di ordine fisico… non sono scaramantico, ma forse è meglio che mi cauteli toccando ferro!

6 Commenti

Leave a Reply