Duemila… e non sentirli

Non si tratta di un record da tramandare ai posteri o di un evento che entrerà di diritto nella storia del podismo ma di un altro, piccolo, traguardo personale che registro in questo 2013 ricco di soddisfazioni sportive. L’8 dicembre al km 17 della Maratona di Reggio Emilia ho raggiunto quota 2000 chilometri corsi dall’inizio dell’anno solare, numero destinato a crescere ulteriormente  (al momento in cui scrivo sono 2070) mancando ancora 6-7 allenamenti al giorno 31. Certo, un numero risibile e trascurabile per i top runners e per chi pratica il podismo ad alti livelli, ma personalmente si tratta della certificazione di una passione che nel 2013 mi ha portato a disputare 3 Maratone e 4 Mezze Maratone, oltre a molte altre gare (per i “numeri” definitivi del 2013 aspetto che finisca l’anno). 2000 chilometri corsi nelle più svariate condizioni climatiche, riempiendo occhi e polmoni di sole, pioggia, vento, talvolta lottando con un pò di stanchezza, pigrizia o svogliatezza ma senza cedere mai di un metro… basta indossare scarpette ben ammortizzate e magari efficaci in fase di spinta ed armarsi di spirito di abnegazione, l’entusiasmo viene da sè.
Mi piace pensare di essere partito all’inizio dell’anno da Reggio Calabria (e fino a Salerno di aver sostenuto un’andatura superiore a quella di qualsiasi veicolo su quattro ruote…) e di essere arrivato alla fine a Bruxelles, sudando e sbuffando ma sempre sorridendo alla strada, alle salite ed alle discese, ad ogni volto incrociato, ai momenti di grande esaltazione come a quelli di sconforto. 
2000 chilometri e non sentirli, ma soprattutto da replicare uno per uno nel 2014… c’è ancora tanta strada da fare.

Leave a Reply