I “numeri” di novembre 2013

Analogamente ai “numeri” di febbraio e settembre, anche quelli di questo mese sintetizzano le attività svolte per ultimare la fase di preparazione ad una Maratona, nella fattispecie quella di Reggio Emilia in programma l’8 dicembre. Una prima parte del mese ricca di allenamenti intensi ed impegnativi, alcuni lunghi e lunghissimi svolti con l’obiettivo di incamerare un buon numero di chilometri nelle gambe e nella testa, simulando tattiche e ritmi di gara; una seconda caratterizzata da uscite più rilassate alternate ad alcuni richiami di velocità, il consueto potenziamento con qualche sessione di ripetute, infine le ultime corse svolte in scioltezza per defaticare e giungere brillante all’appuntamento con la Maratona emiliana. Ho potuto portare a termine il piano allenamenti senza particolari problemi, nessun incidente di percorso, condizione fisica ottimale e clima perfetto, mai sotto i 10° C con l’eccezione dell’ultima settimana in cui le temperature sono scese improvvisamente appena sopra lo 0, cielo prevalentemente sereno o al massimo nuvoloso, qualche breve ed esigua pioggia saltuariamente… insomma, davvero non potevo augurarmi di meglio.
Novembre è stato anche il mese in cui ho sostenuto la visita medica agonistica per il rinnovo del certificato di idoneità: purtroppo la visita era programmata per il 15, la precedente idoneità scadeva l’8 ed il 10 era in programma la Mezza Maratona di Fiumicino, gara alla quale mi lega il ricordo di una buona gara disputata lo scorso anno, nonostante un autentico nubifragio che tormentò l’intera manifestazione… pazienza, che serva per muovermi con maggiore tempismo nel mese di novembre del prossimo anno.
Come sempre i numeri esprimono meglio, in estrema sintesi e senza possibilità di equivoco quanto svolto nel mese: 14 allenamenti che mi hanno impegnato per 15 ore, 53 minuti e 30 secondi durante i quali ho corso per 198.18 chilometri, per una distanza media di 14.16 km ad uscita, ad una velocità media di 12.5 km/h ad uscita. Ora mi aspettano gli ultimi tre allenamenti di scarico e poi, tra appena sette giorni, la mia terza Maratona del 2013 in una terra nota a tutti, tra le altre cose, per il suo calore e la sua generosità: nella speranza che spalanchi le sue affettuose braccia anche l’8 dicembre… Reggio Emilia, butta la pasta!

Be the first to comment

Leave a Reply