I “numeri” di luglio 2013

Mese caldissimo sotto tutti i punti di vista! All’inevitabile calura ed all’afa estiva si aggiunge l’intensificazione degli allenamenti in vista della nuova stagione agonistica, che per quanto mi riguarda prenderà il via l’8 settembre con la Mezza Maratona del Lago di Vico o, in alternativa, con la Cariparma Running di 32 chilometri (la prima sarebbe più comoda da un punto di vista logistico, la seconda sarebbe invece perfetta come chilometraggio in vista della Maratona di Berlino). I carichi di lavoro aumentano e, mai come in questo periodo dell’anno, fatica e appannamento viaggiano a braccetto: inutile sottolineare come capacità di concentrazione, spirito di sacrificio e forza di volontà debbano essere allenati almeno quanto muscoli e polmoni. Ciò nonostante non demordo e, stremato ma soddisfatto, riesco a rispettare il piano allenamenti, concludendo il 13 luglio la fase di aumento della velocità, quindi svolgendo la prima metà della fase di aumento della distanza. Il resoconto mensile recita quanto segue: 14 uscite per complessive 13 ore, 20 minuti e 44 secondi, 163.24 chilometri percorsi ad una velocità media di 12.2 km/h, freddi numeri che, messi in relazione con quelli relativi ai due mesi precedenti, denotano l’inevitabile “crescita” del chilometraggio a dispetto della velocità.
A proposito di numeri, statistiche e curiosità, mettendo a confronto i primi sette mesi del 2013 con i corrispettivi del 2012 si evince come il numero di chilometri percorsi quest’anno sia superiore ogni singolo mese, segno evidente di quanto incida la preparazione ad una Maratona (nei mesi da gennaio a luglio quest’anno ne ho preparata una in più rispetto all’anno scorso). Ultima nota a margine: a partire da questo mese ho scelto di effettuare un allenamento a settimana, quello più leggero, la mattina a stomaco vuoto per bruciare al meglio i grassi e conseguentemente ottimizzare la gestione dei carboidrati. Inizialmente ho sofferto non poco a mettere in moto la macchina, ma poi l’organismo si è lentamente adattato ed ora comincio a cogliere i frutti in termini di resistenza, in particolar modo quando mi cimento nei lunghi dopo essermi adeguatamente alimentato alcune ore prima.

Be the first to comment

Leave a Reply