Un allenamento “speciale”

Martedì 4 giugno 2013, ore 18:50… quasi 38 minuti per poco meno di 8 chilometri di jogging, una corsetta leggera, leggerissima, una semplice sgambata di quelle che ti riconciliano con il mondo. Passo sciolto, respiro regolare, pioggerella lieve ma insistente sul viso, sguardo che spazia per fare il pieno di colori, immagini, vita. Un allenamento come tanti altri, la consueta uscita per fare un pò di scarico ma con una particolarità che la rende speciale: oggi ha inizio l’avventura che mi porterà a disputare la Maratona di Berlino in programma il 29 settembre, quella odierna è la prima tappa di avvicinamento all’appuntamento più importante di fine anno, nonché il primo oltre i confini nazionali. A questa tapasciata* dal valore più simbolico che atletico, seguiranno 116 giorni di attesa e speranza, divertimento ed impegno, costanza, applicazione, determinazione, circa 70 allenamenti, oltre 700 chilometri, salite, discese, ripetute, lunghi, lunghissimi, fartlek, giorni in cui tutto gira bene e cresce l’entusiasmo, altri in cui subentra il timore di non raggiungere l’obiettivo…

* Termine che in dialetto milanese indica la gita fuori porta che si faceva a piedi la domenica per andare all’osteria, dalla quale si tornava a casa trascinandosi per aver bevuto troppo.

2 Commenti

Leave a Reply