I “numeri” di febbraio 2013

Nel corso di questo mese ho dovuto dare fondo a tutte le mie energie fisiche e mentali perché ho curato le fasi di incremento della distanza e di simulazione gara in previsione dell’ormai imminente Maratona di Roma. L’impegno sostenuto mi ha portato a varcare la soglia dei 200 chilometri mensili (per la precisione 201,37) in 16 ore, 19 minuti e 16 secondi, un chilometraggio mai raggiunto prima d’ora, frutto di 13 uscite tra le quali la tanto bella quanto impegnativa gara “Il Giro del Lago di Bracciano” e 12 allenamenti. Un bel contributo in termini di chilometri lo hanno dato senza ombra di dubbio i tre lunghissimi, rispettivamente di km 34 (Il Giro del Lago di Bracciano, per l’appunto), km 30 e km 36, due allenamenti in “solitaria” studiati e portati a termine affinché non fossero solo molto allenanti per gambe e polmoni, ma anche per aumentare la capacità di concentrazione e la resistenza psichica. Nonostante un fastidioso principio influenzale con qualche linea di febbre manifestatosi a metà mese, il piano di allenamenti non ne ha risentito e il consuntivo finale è decisamente incoraggiante, al punto di nutrire più di una speranza di migliorare il tempo in Maratona fissato a Firenze il 25.11.2012 con 3 ore, 31 minuti e 37 secondi. Dopo tanto lavorare ora è tempo di raccogliere i frutti, magari cominciando con una buona prestazione sin dalla imprescindibile Mezza Maratona “Roma-Ostia” (3 marzo) alla quale parteciperò per la seconda volta consecutiva (l’anno scorso chiusa in 1:35:45), cercando di migliorare il primato personale sulla Mezza Maratona ottenuto a Fiumicino l’11.11.2012 con 1:35:10 ma sempre con un occhio vigile sul prossimo vero obiettivo, fissato per il 17 marzo…

Be the first to comment

Leave a Reply